CALCIO ESTERO

Maracanazo, il finale perfetto per il Mondiale più strano di sempre

Il mondiale del 1950 può essere considerato l’edizione più incredibile di tutta la storia. In molti si ricordano il finale, ovvero il Maracanazo, ma in pochi sanno che già a partire dall’organizzazione ci furono molte sorprese a partire dall’esclusione della Germania Ovest e Giappone, ritenute colpevoli dell’inizio della seconda guerra mondiale.

Uno più uno non fa due!

Liverpool, sabato 17 marzo. Il Liverpool passeggia a Anfield e demolisce il Watford con un rotondo cinque a zero. Manita, come direbbero gli spagnoli. Ma al di là del risultato non c’è mai stata gara, neppure per un istante. Grande Liverpool, che se è in partita e in...

Il lascito di Astori

Se da una parte "c'è chi aspetta la pioggia per non piangere da solo", come cantava un genovese "troppo coinvolto" per dedicare una canzone al suo amato Genoa, dall'altra c'è chi, in questa settimana, di lacrime ne ha versate tante anche in piena solitudine, senza...

Dall’Italia al Canada: un viaggio atomico

Non dev’essere stato facile il salto di Continente, passare dall’Italia al Canada, dalla Serie A alla MLS. Abitudini assolutamente opposte, stile di vita completamente rivoltato e modi di intendere il calcio e lo sport del tutto differenti e poi lo stadio ed i tifosi....

Addio a Quini, il gemello dimenticato del gol

Solo quello che ci è vicino da un punto di vista temporale viene ricordato. Non so se questa ingiustizia nei confronti di ciò che è più datato sia colpa di una memoria abituata più a vivere per contesti storici/attuali oppure la poca voglia di informarsi, conoscere e...

Sottovalutare Michael Carrick

Nel 2005, dopo 20 anni di onorato servizio ai comandi di Alex Ferguson, Roy Keane lascia il Manchester United. E solo un anno prima, era stato il turno di Nicky Butt: due addii che lasciano malinconicamente solo Paul Scholes nella mediana dei Red Devils. Sir Alex,...

La Pantera Nera

Lui non c'è più, ma il suo ricordo è ancora ben nitido nella mente degli appassionati. Divinità in patria, fenomeno nel resto del mondo. Eusébio da Silva Ferreira, o più semplicemente Eusebio, rientra nel lotto degli sportivi capaci di ottenere consensi un po'...

O SONHO DO PORTO

Ci sono storie che lo sport dà alla luce per amor proprio. Ci sono storie che sfiorano l’impossibile solamente per essere raccontate. Storie che restano indelebili nelle menti di chi le ha vissute di persona. Storie che sono cambiate, che cambieranno e resteranno lì,...

Viaggio nella Liga: I cinque diciotto dimenticati

Il nuovo anno è cominciato da poco più di due settimane, è il 2018 e nel calcio la numerologia ha sempre assunto contorni mistici, talvolta creando veri e propri must. Quante volte un numero di maglia indossato anche per caso da un giocatore finisce per diventare...

Dundee, l’altro derby di Scozia

Quando si parla di derby in Scozia non si può non pensare immediatamente, e ovviamente, all'Old Firm che è una delle stracittadine più conosciute al mondo, oltre che una delle più calde e sentite. Nelle terre di William Wallace ce ne sono altri di derby e in...

Big Sam, il Cannavacciulo della panchina

Avete presente "Cucine da incubo", il programma dello chef stellato Antonino Cannavacciulo? Il cuoco italiano sceglie un ristorante la cui sopravvivenza è in estremo pericolo e con il suo genio, dei consigli mirati e l'esperienza che si porta in dote riesce a...

Lo strano caso di Stefano Sorrentino

Nel 2002, esce una traccia degli Articolo31. Si chiama “Soldisoldisoldi”.  E il signor J-Ax, nel bel mezzo della canzone, se ne esce con questo verso:  “perché il fatto che io sia famoso è un caso, come il Chievo in serie A”. E se per la prima parte non posso che...

Lettere dalla Sonda – parte terza

Isole Gili, Gili Trawangan, 8 luglio Percepisco l'amore nella metamorfosi dei colori, quando il sole accarezza il monte Rinjani salutandolo malinconicamente, prima di sciogliersi nell'oceano Indiano. Bianco, giallo, arancione, rosso, rosa, viola, blu. Lentamente, come...

Raccomandati Pallonari

Una piaga sociale che si radica in tutti i settori della società. Una forma distorta di favoritismi che sta affossando la meritocrazia. Profili professionali che riescono ad ottenere posti di rilievo senza essersi guadagnati la stima di nessuno. Sto parlando di quella...

Mendieta y De La Pena: Fuoriclasse timidi

Chi disse: "Preferisco avere fortuna che talento", percepì l'essenza della vita. La gente ha paura di ammettere quanto conti la fortuna nella vita. È l'incipit di Match Point, la celebre pellicola di Woody Allen che mette in scena un talentuoso Jonathan Rhys Meyers...

La Tregua di Natale del 1914

"Cara Rose, Buon Natale, il pensiero di te è la sola cosa che ancora mi tiene in piedi in questo candido inferno. Sei il mio sostegno morale e fisico, a tal proposito ti ringrazio per la cioccolata, qui in trincea è impossibile da trovare, i ragazzi portano qualcosa...

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

La sera prima di gara 5 della finale, Michael Jordan mangiò una pizza e si beccò una intossicazione alimentare. Volle scendere ugualmente in campo e segnò 40 punti. È questo il doping del campione vero: la voglia di giocare~Spike Lee

SPONSOR