COSCIENZA SPORTIVA

Allenare la mente

A chi gli domandava il segreto dei suoi capolavori, Michelangelo rispondeva che l'opera d'arte fosse già all'interno del marmo stesso e che lui non faceva altro che scalpellare per farla emergere. Stefano Tavoletti non è uno scultore, o per lo meno non nella sua...

Piccoli guerrieri invincibili

Lo scorso 16 Giugno si è svolto a Nottwil un evento sportivo per bambini disabili, organizzato dall'Associazione Svizzera Paraplegici (ASP). La manifestazione, organizzata su due giorni, si svolge tutti gli anni e ha come obiettivo quello di radunare i bambini aventi...

Il sorriso di chi non si è mai arreso

Théo Gmür e Marcel Hug: Campioni dal cuore d’oro, campioni perché guerrieri davanti alla loro disabilità, campioni perché umili ed insuperabili ! Le paralimpiadi invernali in Corea del Sud si sono appena concluse e per la Svizzera ci sono state grandi soddisfazioni e...

Il doping musicale esiste?

Scarpette ultimo modello, maglia della salute, guanti, occhiali da sole per nascondere le "fatiche" serali del weekend appena trascorso e pantaloncino dai colori sgargianti. L'avrete riconosciuta tutti... è l'abituale mise da corsetta domenicale. Quella che ci fa...

Maracanazo, il finale perfetto per il Mondiale più strano di sempre

Il mondiale del 1950 può essere considerato l’edizione più incredibile di tutta la storia. In molti si ricordano il finale, ovvero il Maracanazo, ma in pochi sanno che già a partire dall’organizzazione ci furono molte sorprese a partire dall’esclusione della Germania Ovest e Giappone, ritenute colpevoli dell’inizio della seconda guerra mondiale.

Che fine ha fatto?

"È successo quello che temevamo" diceva lapidario, nell'ottobre del 2012, Cesare Prandelli. L'allora ct della nazionale italiana parlava in questi termini di un calciatore che, pur non militando nel massimo campionato, era riuscito a guadagnarsi le luci dei riflettori...

Calcio: sport con sforzi intermittenti (2)

Nell’articolo del mese scorso si è parlato dell’evoluzione del gioco del calcio nel corso degli ultimi decenni e si è data una definizione dell’allenamento intermittente. In questa continuazione di articolo riprendiamo da dove ci eravamo lasciati, ovvero dalla frase...

Fare gol tra le sbarre

"È solo un gioco". Sarebbe forse bello se "fosse solo un gioco", ma per fortuna, o purtroppo, non è così. Lo sport non può essere considerato un'entità a sé, distaccata dal mondo. Ne abbiamo parlato più volte anche su questo portale (leggasi Owens, Smith o Fashanu)....

Calcio: sport con sforzi intermittenti (1)

Negli ultimi decenni il gioco del calcio è cambiato molto: le grandi squadre fanno del cambio di ritmo il loro punto di forza, riuscendo così ad alternare fasi di gioco ad alta intensità con altre in cui prevale invece la gestione della palla. Negli anni,...

Obiettivo “Insuperabile” raggiunto in favore di Greenhope

Percorrere 8 chilometri di salita con più di 460 metri di dislivello può sembrare una semplicità per un ciclista normodotato, ma tutto cambia quando è uno sportivo paraplegico a dover compiere tale percorso. Una bicicletta speciale chiamata handbike, tanta tenacia e...

La capacità di reazione va allenata!

Il bambino che si approccia a un'attività sportiva ha il diritto, ma soprattutto il bisogno, di poter vivere più esperienze motorie possibili. Trovo che questo aspetto sia fondamentale perché gli permetterà, una volta terminata la fase di "gioco" e poi quella di...

L’età d’oro della motricità

Nell'articolo precedente si è scritto del movimento e della sua importanza nelle varie fasi della vita di ognuno di noi. In questo articolo si tratterà in maniera specifica un intervallo di vita in cui vi è una predisposizione morfologica ottimale all'apprendimento di...

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

La sera prima di gara 5 della finale, Michael Jordan mangiò una pizza e si beccò una intossicazione alimentare. Volle scendere ugualmente in campo e segnò 40 punti. È questo il doping del campione vero: la voglia di giocare~Spike Lee