Autore: Omar Bergomi

La leggenda dei Reggae Boyz, 20 anni dopo

Era l’estate del 1998 e ai Mondiali di Francia faceva il suo esordio nella massima competizione globale un paesino allegro e colorato, più conosciuto per altre cose che per il calcio: la Giamaica. I Reggae Boyz, come erano soprannominati, riuscirono infatti in un’impresa notevole se si considera la grandezza del paese e la condizione d’altritempi in cui riversava il pallone laggiù. Ma torniamo indietro di una ventina d’anni per ripercorrere la cavalcata dei caraibici e l’eredità che questi hanno lasciato alle generazioni che li hanno succeduti. Sono passati 20 anni, non così tanti verrebbe da dire, ma in parte...

Read More

Samurai Blue ai Mondiali con molti punti interrogativi

STORIA MONDIALI Il Giappone è una realtà relativamente nuova nel panorama calcistico, ma si può considerare già affermata. La Nazionale nipponica è infatti ormai dal 1998, anno della prima partecipazione alla Coppa del Mondo, una costante della massima competizione mondiale. Quella di Russia sarà la sesta presenza consecutiva per i Samurai Blue. Il livello del calcio del Sol Levante è diventato in pochi anni di ottima qualità, a testimonianza dei sempre più numerosi giocatori esportati nei maggiori campionati d’Europa. L’impressione è che però manchi comunque sempre quello step per far diventare il Giappone una squadra che possa puntare a...

Read More

Basta vincere, quando la morale si scontra col denaro

La storia dello sport di livello è ormai secolare, ma sin dall’inizio della propria esistenza esso si è da sempre portato dietro non solo i lati positivi che da sempre ispirano milioni di persone, ma anche dei lati negativi. Proprio come lo yin e lo yang, anche lo sport nasconde un lato oscuro della medaglia che lo accompagna, basti pensare per esempio alle “combine” (come fu il caso per Manchester United–Liverpool del 1915 o per le World Series di baseball del 1919, tanto per citare due esempi molto datati) oppure alla pratica illegale, ma purtroppo molto diffusa, di “comprare”...

Read More

L’arte del Trash-Talking nella NBA

La NBA come tutte le cose cambia con il passare del tempo. Alcune cose possono migliorare, altre peggiorare, non val la pena dilungarsi sui paragoni tra le varie epoche ma indubbiamente gli anni ’80 e ’90 saranno ricordati per sempre anche per essere l’era del trash-talking, ovvero il parlare “immondizia”. Si, perché oggi quella pratica è oramai caduta in disuso, sia per le regole che di fatto la “vietano”, sia per il cambiamento dell’atteggiamento dei giocatori, che ora anche grazie a internet e ai social media si conoscono sempre di più a vicenda e la rivalità per l’avversario è...

Read More

Mikaela Shiffrin, la sciatrice 2.0

Nella storia dello sport ci sono state decine e decine di campioni, ma sulle dita di una mano si contano quelli che sono diventati praticamente un sinonimo del loro stesso sport. Jordan è il basket, Gretzky è l’hockey, la Comaneci è la ginnastica, ecc. È presto, assai troppo presto per poterlo affermare (e non si vuole nemmeno fare l’uccello del malaugurio), ma indubbiamente c’è una ragazza che nello sci sta tentando di percorrere la strada di questi grandi. Una strada, in questo caso, fatta di paletti. Il suo nome è Mikaela Shiffrin. Nata il 13 marzo 1995 in un...

Read More

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di ispirare. Esso ha il potere di unire le persone in un modo che poche altre cose fanno. Parla ai giovani in una lingua che comprendono. Lo sport può portare speranza dove una volta c’era solo disperazione~Nelson Mandela

SPONSOR