Autore: Umberto De Marchi

Sottovalutare Michael Carrick

Nel 2005, dopo 20 anni di onorato servizio ai comandi di Alex Ferguson, Roy Keane lascia il Manchester United. E solo un anno prima, era stato il turno di Nicky Butt: due addii che lasciano malinconicamente solo Paul Scholes nella mediana dei Red Devils. Sir Alex, però, ha già deciso di offrire proprio la numero 16, orfana di Keano ad una delle promesse della Premier League. E così il 31 luglio 2006, Michael Carrick diventa un nuovo giocatore dello United.   Saranno passati 12 anni quando, come annunciato, a giugno 2018, Carrick si ritirerà, concludendo una carriera incredibile: tanti trionfi,...

Read More

A parametro zero

Dietro ai trasferimenti di Pirlo alla Juve, Figo all’Inter, Klose alla Lazio, Lewandowski al Bayern, perfino Baggio al Brescia, c’è un unico uomo. E, per quanto potenti, non parliamo nè di Mino Raiola che di Jorge Mendes. No, dietro a tutti i grandi colpi a “costo zero” della storia del calcio c’è un (ormai ex) calciatore: Jean Marc Bosman. Circa 22 anni fa, la cosiddetta “sentenza Bosman” rivoluzionò irreversibilmente il concetto di calciomercato introducendo i trasferimenti a parametro zero. Prima di questa storica pronuncia della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, infatti, un giocatore poteva trasferirsi in un’altra squadra alla...

Read More

Lo strano caso di Stefano Sorrentino

Nel 2002, esce una traccia degli Articolo31. Si chiama “Soldisoldisoldi”.  E il signor J-Ax, nel bel mezzo della canzone, se ne esce con questo verso:  “perché il fatto che io sia famoso è un caso, come il Chievo in serie A”. E se per la prima parte non posso che essere in profondo accordo, nella seconda si ritrova un luogo comune che, oggi, dopo 15 anni, è ormai dimenticato: il Chievo Verona in serie A, non solo non è un caso, ma un’autentica certezza. Arrivo a Veronello, casa degli allenamenti dei clivensi, attraversando il “ribollio di colli” della Valpolicella,...

Read More

Andrea Ranocchia e l’Ultimo Jedi

Se dopo aver recuperato Santon, Spalletti riesce a fare lo stesso con Ranocchia si può dire che è dotato di poteri mistici, degni di Star Wars. E’ l’ultimo Jedi“. (Leo Turrini, Sky Sport) Nella folta categoria dei talenti rimpianti, sicuramente Andrea Ranocchia occupa una posizione di spicco nel panorama italiano e nerazzurro. Presentato al calcio professionistico come l’ “erede di Nesta” o “più forte di Bonucci” o il “post Walter Samuel”, il difensore umbro ha assistito, da spettatore quasi inerme, al suo progressivo inarrestabile declino.   RANOCCHIA I Esordiente in serie B a 18 anni, alla guida di Antonio...

Read More

Football without fans is nothing

Nel 2004, Andrea Pettinello, 12 anni, entra per la prima volta nella sua vita in uno stadio di calcio inglese. E per il battesimo di fuoco, Upton Park non può che essere la cattedrale perfetta: assiste ad un match degli Hammers e in quel momento esplode una passione che, in poco tempo, diviene sempre più forte e sempre più centrale nella sua vita. Una passione che si nota nel modo in cui ne parla, coinvolgendo un gruppo sempre più grande di amici e conoscenti. Oggi la sua pagina Facebook conta 150’000 like e un’attività di promozione, narrazione e divulgazione...

Read More

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

Ci si può drogare di cose buone… E una di queste è certamente lo sport~Alessandro Zanardi

SPONSOR