Autore: Umberto De Marchi

Chi vince, stravince

Nella stagione 2002-2003 l’Olympique Lyonnais vinceva la Ligue1 con 68 punti, subendo 41 gol e segnandone 63 con Juninho Pernambucano miglior marcatore con 13 gol. Nella stagione appena conclusasi, il PSG ha trionfato in Francia con 91 punti, 105 gol fatti (33 di Kylian Mbappè) e 35 subiti. Una casualità? No, dal 2000 ad oggi c’è stata un’evoluzione-involuzione: nei primi cinque campionati euroepi chi vince, stravince. I dati pubblicati dall’osservatorio CIES sono chiari: a partire dalla stagione 1999-2000 fino a quella appena conclusa, le squadre che vincono i cinque principali campionati europei, lo fanno raccogliendo sempre più punti. Di...

Read More

Non per tutti

Era sorto da pochi minuti il sole a Milano, quando venerdì mattina l’Inter annunciava l’ingaggio di Antonio Conte come nuovo allenatore. “Molti si chiederanno perchè proprio io” pronunciava lo stesso allenatore nel video di presentazione. Beh, ce lo siamo chiesti anche noi. Prima del biennio di Luciano Spalletti, l’ultimo allenatore a guidare l’Inter per due intere stagioni consecutive era stato Josè Mourinho. Dal 2010 al 2017 si erano infatti visti ben dodici cambi in panchina e la discontinuità era diventato il marchio di fabbrica di un’Inter sempre più lontana dai vertici. Così, dopo la disastrosa annata 2016-2017 (del poker...

Read More

Il non mercato del Chelsea

Ieri la commissione d’appello della FIFA ha respinto il ricorso presentato dal Chelsea contro il blocco del mercato imposto per due sessioni ai londinesi a causa di irregolarità nell’ingaggio di minorenni aldifuori del Regno Unito. Dunque, a meno di un clamoroso ribaltamento in seno al TAS, la squadra di Maurizio Sarri non potrà intervenire sul mercato. Eppure, nonostante il club si sia detto pronto a far di tutto per ottenere almeno la sospensione della sanzione, il ban potrebbe non essere una catastrofe per il Chelsea che, grazie ad un’ultima sessione molto attiva e a numerosi prestiti, potrebbe convertire la...

Read More

Dirk & Dwyane: nothing but respect

La stagione 2019-2020 di Nba sarà la prima dopo 16 anni senza Dwyane Wade e Dirk Nowitzki. Il 28 marzo scorso, i due futuri hall of famer si sono affrontati per l’ultima volta e due giorni fa hanno detto definitivamente addio al basket giocato. Dirk e Dwyane non hanno mai avuto molto da dirsi, poco in comune da condividere. Uno, nato e cresciuto nella difficile strada di Chicago, l’altro cresciuto in una famiglia di sportivi in una borghese cittadina tedesca. Uno draftato nel 1998, l’altro nel 2003. Due ruoli diversissimi: un centro atipico, abilissimo nel tiro da 3 e...

Read More

Cinque grandi ritorni

Dopo l’eliminazione dalla Champions League della sua Roma, James Pallotta ha deciso di esonerare Di Francesco e richiamare in panchina Claudio Ranieri. L’allenatore romano torna dunque nella Capitale dopo la parentesi 2009-2011, che lo aveva visto sfiorare lo Scudetto, poi vinto dall’Inter di Mourinho. Proprio l’allenatore portoghese, in questi giorni, sembrava ad un passo da un altra “seconda volta” : quella al Real Madrid, con Florentino Perez che però ha convinto Zinedine Zidane a compiere un altro incredibile ritorno. I grandi ritorni hanno sempre un fascino particolare nel mondo del calcio. Il Ranieri Bis e il Zidane Bis si...

Read More

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di ispirare. Esso ha il potere di unire le persone in un modo che poche altre cose fanno. Parla ai giovani in una lingua che comprendono. Lo sport può portare speranza dove una volta c’era solo disperazione~Nelson Mandela