Autore: Umberto De Marchi

Non dimentichiamoci di Ben Arfa

Mi sono meritato tutto ciò che mi è successo nella mia carrieraHatem Ben Arfa Non possiamo definirla una sorpresa, ma sicuramente la brillante prestazione dello scorso sabato di Ben Arfa al Parco dei Principi ci ha fatto tornare indietro fino agli esordi dell’ex Lione e Marsiglia, quando eravamo sicuri di essere di fronte alla nuova big thing del calcio francese. Ex della partita, Hatem Ben Arfa ci ha regalato contro il PSG una prestazione incredibile: un assist, 5 passaggi chiave, 6 dribbling riusciti su 9 tentati, una precisione nei passaggi dell’85%. Di fronte alla squadra di Tuchel, piena di...

Read More

Rafa Nadal, il nuovo Re?

Dopo l’incredibile vittoria a Parigi possiamo chiedercelo: è Nadal il nuovo Re del tennis? Con il trionfo su Novak Djokovic, Rafael Nadal ha raggiunto Roger Federer in vetta alla classifica degli Slam vinti in carriera (20 per entrambi). Mentre il talento rossocrociato è ancora fermo ai box, il maiorchino sembra aver smaltito gli infortuni e appare pronto a prendersi il trono di King Roger. The Big Three Nel tennis del ventunesimo secolo, il dualismo Federer-Nadal ha accompagnato tutti i tifosi (di tennis e non) del mondo. Una sfida destinata ad accompagnare “Beatles o Stones?” nelle discussioni da bar. Un...

Read More

Andrea Pirlo, l’allenatore

Dopo l’eliminazione dalla Champions, la Juventus ha deciso di affidare la panchina ad un allenatore esordiente assoluto: Andrea Pirlo. “Cambiare modo di vincere“. Questo era stato il leitmotiv dell’arrivo di Maurizio Sarri a Torino. Una scelta in controtendenza rispetto alla filosofia di Max Allegri e che segnava l’inizio di una nuova era in casa Juve. Dopo un anno, uno scudetto e altri due trofei mancati, la Juventus ha deciso di fare un passo indietro e affidare il ruolo di allenatore ad Andrea Pirlo, esordiente assoluto. Diventare allenatore professionista in Italia è molto complesso. Tralasciando gli elevati costi (oltre gli...

Read More

Essere Rob Mendez

Rob Mendez è nato a Gilroy, California, ha 32 anni e nella vita fa l’allenatore di football. A causa di una rara malattia genetica, Mendez è nato senza arti: non ha nè braccia nè gambe, pesa 23 chili e si sposta grazie ad una sedia a rotelle che controlla lui stesso con i movimenti della testa. Questo impedimento fisico però non gli ha impedito di inseguire i suoi sogni e il suo motto “who says I can’t?” lo ha reso una star negli USA. Quando Josie Mendez scopre della malattia del figlio la gravidanza è già all’ottavo mese e...

Read More

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla~Pierre de Coubertin
0
    0
    Your Cart
    Your cart is emptyReturn to Shop