Autore: Umberto De Marchi

Musa Juwara: una goccia nel mare

Il 10 giugno 2016, la pagina Facebook della Croce Rossa di Messina comunicò che era in corso il salvataggio e lo sbarco di 536 persone migranti dalla nave tedesca Frankfurt. A queste persone, una volta tratte in salvo, veniva richiesto di fornire i propri dati anagrafici ed ogni informazione utile ai fini di identificazione e supporto burocratico. Sul suo foglio, un giovane quattordicenne di nome Musa Juwara scrisse solo due parole: “No parents” ( “nessun genitore”). Musa aveva affrontato il viaggio da solo, senza saper nuotare e, una volta sbarcato, era stato trasferito in un centro di accoglienza nei...

Read More

Tre mesi dopo, la serie A

Probabilmente nessuno fra gli oltre 500 giocatori iscritti al campionato di serie A si era mai fermato per tre mesi nella sua carriera da professionista, fatta eccezione per gli infortuni. Il lungo stop, che era cominciato il 9 Marzo con il lockdown, è terminato tre giorni fa con il pareggio fra Juventus e Milan che ha regalato la finale di Coppa Italia agli uomini di Sarri. Poi sabato il Napoli di Gattuso ha bloccato sull’ 1 a 1 l’Inter, passando il turno. Fra due giorni la prima finale della stagione. Per quel che concerna la Serie A, invece, bisognerà...

Read More

Toccare il cielo

Alex Honnold e Tommy Caldwell sono due degli scalatori più famosi al mondo. Le loro storie sono dense di coraggio, follia e profondo amore per la vita. #url#

Read More

Bizzarro ma brillante

Nel 1994 in un celeberrimo poster di Nike, Éric Cantona appariva ritratto di fronte ad una sventolante bandiera inglese, a fianco di una frase perfettamente strutturata sul modello delle battute comiche. Una prima parte che sembra una banale constatazione: ” Il 1966 è stato un grande anno per l’Inghilterra…“. Ma certo, perché è stato l’anno della vittoria ai Mondiali! Ma poi l’inaspettata conclusione: “…perché in quell’anno è nato Eric“. Grazie al suo magnetico carisma, dopo il ritiro Éric Cantona è stato il protagonista di numerosi spot e film e di recente lo è stato anche del video di “Once”,...

Read More

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

La sera prima di gara 5 della finale, Michael Jordan mangiò una pizza e si beccò una intossicazione alimentare. Volle scendere ugualmente in campo e segnò 40 punti. È questo il doping del campione vero: la voglia di giocare~Spike Lee