Autore: Sabina Rapelli

Il sorriso di chi non si è mai arreso

Théo Gmür e Marcel Hug: Campioni dal cuore d’oro, campioni perché guerrieri davanti alla loro disabilità, campioni perché umili ed insuperabili ! Le paralimpiadi invernali in Corea del Sud si sono appena concluse e per la Svizzera ci sono state grandi soddisfazioni e tanti momenti indimenticabili, sia per chi li ha vissuti sulla propria pelle, sia per chi invece li ha osservati dal fuori. Théo Gmür, 22 anni, è l’eroe assoluto di questi giochi: 3 medaglie d’oro nello sci alpino, nella categoria in piedi (discesa, super-G e gigante). Queste sono anche statele le uniche tre medaglie della Federazione rossocrociata. Vallesano di...

Read More

Il sogno Olimpico di Bode-Murat

Murat Pelit o Bode-Murat come tutti lo chiamano, è uno sportivo, ma a differenza di altri, lui ha una storia un po’ particolare. Colpito da una malattia improvvisa, che lo ha reso disabile, Bode-Murat non si è scoraggiato, ma anzi ha reagito lavorando duramente per raggiungere il sogno di ogni sportivo: partecipare alle Olimpiadi. Murat abita a Stabio, è un atleta di Coppa del Mondo nella disciplina del “mono-sci” e fa parte dello Swiss Paralympic Ski Team. In seguito a un tumore maligno all’osso sacro (condrosarcoma sacrale), riscontratogli nel 2003, dopo diversi interventi e cure specifiche, Murat è rimasto...

Read More

Giorgio Rocca: dallo slalom all’Academy

Giorgio Rocca, nato a Coira nel 1975 da mamma svizzera e papà italiano, è stato uno degli sciatori Italiani più talentuosi degli ultimi tempi. Vincitore di 11 prove di slalom in Coppa del Mondo, di 3 medaglie di bronzo ai Mondiali e della coppa del mondo di slalom nel 2006, è entrato così nell’albo d’oro dello sci italiano dopo Tomba, Stenmark e Girardelli. Sempre nel 2006, Giorgio ha partecipato alle Olimpiadi invernali di Torino, ma purtroppo per lui, la fortuna gli ha voltato le spalle proprio nella prova che lo vedeva grande favorito: l’azzurro è uscito di pista già nella...

Read More

Ilaria Kaeslin: in equilibrio verso Tokyo 2020

Ilaria Kaeslin, nata a Sagno l’8 dicembre del 1997, è la ginnasta ticinese più forte di sempre. La Ginnastica Artistica è la sua vita. Una vita in equilibrio fra «una trave» larga 10 cm (il suo attrezzo forte), due staggi in legno «le parallele asimmetriche», una pedana quadrata «il corpo libero» e «il volteggio ». Partita dalla Società Federale Ginnastica di Chiasso, passando per il centro regionale di Tenero, è arrivata fino al centro federale di Ginnastica Artistica a Macolin dove, ora, a 20 anni compiuti, si allena in media 24 ore alla settimana con la Nazionale e frequenta il liceo di...

Read More

Le strategie nutrizionali per chi svolge sport di resistenza, prima, durante e dopo lo sforzo fisico.

Come gestire l’alimentazione prima, durante e dopo la gara? Gli obiettivi fondamentali che uno sportivo deve prefiggersi il giorno di una gara o di un allenamento importante sono tre: Assicurare un benessere intestinale perfetto in quel giorno. Ottimizzare l’idratazione nei giorni precedenti per poter assicurare l’equilibrio idro-elettrolitico (mantenimento dell’equilibrio delle concentrazioni di elettroliti presenti nel nostro organismo) senza causare variazioni importanti della glicemia (variazioni del tasso di zuccheri nel sangue come si osserva nel grafico sottostante), in altre parole, bisogna cercare di mantenerla stabile (rosa). Preservare l’integrità muscolare.   Nutrirsi ed idratarsi in maniera ottimale il giorno prima dello...

Read More
  • 1
  • 2

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla~Pierre de Coubertin

SPONSOR