“È solo un gioco”. Sarebbe forse bello se “fosse solo un gioco”, ma per fortuna, o purtroppo, non è così. Lo sport non può essere considerato un’entità a sé, distaccata dal mondo. Ne abbiamo parlato più volte anche su questo portale (leggasi Owens, Smith o Fashanu). Alcuni eventi lasciano strascichi ancor più importanti dell’evento stesso.

Per proseguire con questa nostra tematica, oggi vi presentiamo il carcere di Luzira, in Uganda. Considerato per molti anni uno dei penitenziari più violenti di tutto il paese, la sua storia è cambiata una volta che il calcio ha varcato le polverose mura di recinzione. Cos’è successo? Scoprilo guardando il video sottostante.