Perché l’obesità infantile viene considerata come un fattore preoccupante per la salute dei giovani?

L’obesità è una malattia che causa l’aumento della percentuale del rischio di sviluppo di alcune gravi patologie (il diabete, l’osteoporosi, l’ipertensione arteriosa, ecc.), le quali possono apparire già durante l’infanzia. L’obesità del bambino predice purtroppo quella dell’adolescente ma anche quella dell’adultoL’epidemia dell’obesità infantile è in parte la conseguenza della diminuzione dell’attività fisica nei bambini in età prescolare. L’impiego precoce di un’attività fisica regolare potrebbe limitare lo sviluppo di una preoccupante situazione di sovrappeso in età adolescenziale.

Negli ultimi anni l’Ospedale Civico di Lugano ha elaborato “OTTIMIX”, un programma multidisciplinare per bambini e adolescenti tra i 7 e i 13 anni con problemi di obesità. Questo programma viene organizzato presso il Servizio di pediatria dell’ospedale Regionale di Lugano, certificato dall’Associazione Svizzera Adiposità in Età Infantile e Giovanile (AKJ) ed è rivolto ai ragazzi ma anche ai genitori. Il progetto consiste nel sensibilizzare il bambino al mantenimento di un’alimentazione equilibrata per la propria salute, a comprendere gli effetti positivi che quest’ultima può apportare al proprio organismo e soprattutto a quanto essa, abbinata ad una corretta e regolare attività fisica, può migliorare il benessere psicologico del paziente.

Il programma mira alla collaborazione e lo scambio di informazioni fra la truppe di esperti nel settore (pediatri, dietisti, insegnanti di educazione fisica, psicologi dell’età evolutiva, ergoterapisti, esperti cuochi in dietetica e un’arteterapista), i pazienti e le rispettive famiglie. È un programma libero, destinato solamente a partecipanti motivati ed interessati a prendere parte ad un percorso di 18 mesi nel corso dell’anno scolastico, con controlli regolari anche dopo la fine del programma

Le attività possono essere svolte in gruppo o privatamente e vengono prefissate tenendo conto degli impegni scolastici ed extrascolastici del bambino e quelli professionali della famiglia. Si varierà fra lezioni in piscina e in spazi pubblici aperti (percorsi vita o infrastrutture sportive).

Un’importante informazione da sottolineare è che il progetto è pagato integralmente dalle casse malati, a condizione che il paziente partecipi a tutte le attività previste nel programma prestabilito. Per ragioni puramente organizzative viene richiesto ai genitori l’anticipazione di una parte del costo del corso, che però sarà successivamente rimborsata.

L’obiettivo degli esperti è quello di combattere l’obesità infantile e riuscire ad integrare nel progetto più pazienti possibili residenti non solo nel distretto di Lugano ma in tutto il Ticino.

Per informazioni:

Ospedale Regionale di Lugano, Ospedale Civico
Servizio di pediatria