L’ottavo di finale tra Siviglia e Leicester non avrà sicuramente il fascino di una supersfida tra Paris Saint-Germain e Barcellona, ma potrebbe (e dovrebbe) rivelarsi una partita molto piacevole da seguire. Il motivo? Le caratteristiche tecnico tattiche delle due squadre. Se gli spagnoli fanno del possesso palla la loro arma migliore, ecco che gli inglesi preferiscono agire con ciò che ha permesso loro di entrare nella storia lo scorso anno: corsa e ripartenze. Tanti ribaltamenti di fronte è ciò che si aspettano gli amanti del calcio.

Momento e cammino

Sulla carta però non dovrebbe esserci partita, o perlomeno ciò pare dire lo stato di forma delle due squadre. Separatisi al termine della scorsa stagione dal condottiero Unai Emery, che li aveva portati in finale di Coppa di Spagna e per la terza volta filata ad alzare il trofeo dell’Europa League, i Sevillistas sono finalmente riusciti a raggiungere la fase ad eliminazione diretta con il burattinaio Sampaoli alla guida, grazie ad un secondo posto colto nel girone con Juventus, Lione e Dinamo Zagabria. Nonostante un cambiamento radicale nella rosa l’estate scorsa poi, gli spagnoli hanno pure elevato il loro livello nella Liga, dove si trovano momentaneamente al secondo posto dietro la corrazzata Real Madrid, ma davanti al Barcellona. Per dare un’idea del lavoro del nuovo tecnico basta dire che lo scorso anno il Siviglia si classificò settimo.

Sono invece totalmente diversi i pensieri che affliggono Ranieri e la sua truppa. Nessuno quest’anno si aspettava un Leicester formato 2015/2016, ma neppure una squadra così, in palese difficoltà. A parlare sono i numeri e i risultati: cinque sconfitte consecutive in Premier League, più uno dalla zona retrocessione, più due dall’ultimo posto e una recentissima eliminazione in FA Cup contro il Millwall, compagine di League One. Una crisi iniziata a dicembre e che ha intaccato solo in minima parte il percorso delle Foxes in Champions League. Dopo aver staccato brillantemente il ticket per gli ottavi in sole cinque sfide, con sette reti fatte ed una subita, i campioni d’Inghilterra sono sprofondati nell’ultima gara col Porto, quando sono usciti sconfitti per 5-1.

Pronostico

L’esito del confronto come detto sembra scontato, ma il tutto dipenderà dalla capacità della squadra di Ranieri di unirsi nel primo vero e proprio momento di difficoltà da due anni a questa parte. Se le Foxes riusciranno a dimenticare i problemi coi quali si trovano confrontati in campionato e a liberarsi la testa, potranno tornare a stupire nella massima competizione europea. Al contrario, se non dovessero riuscirci, ecco che il passaggio del turno per gli spagnoli potrebbe rivelarsi una passeggiata. Percentuali? 80% Siviglia, 20% Leicester.