Storia Mondiali

Per la nazionale marocchina, la Coppa del Mondo in Russia rappresenterà la quinta partecipazione a un Mondiale per le squadre nazionali maggiori maschili. La prima fu in Messico nel 1970, dove furono eliminati al primo turno. Sei anni dopo i “Leoni dell’Atlante” riuscirono a conquistare la loro prima ed unica Coppa d’Africa, ma per poterli rivedere ad un Mondiale bisogna fare un “bel balzo” in avanti, arrivando al 1986, edizione nella quale riuscirono ad arrivare agli ottavi di finale, nonostante nel loro gruppo ci fossero formazioni del calibro di Inghilterra e Portogallo. Fu il loro miglior risultato in questa competizione.

Stelle

Tornando ai giorni nostri, tra i convocati per la spedizione in Russia sicuramente non mancherà il difensore della Juventus Mehdi Benatia. Il capitano di questa Nazione è stato più volte fondamentale: oltre alla rete decisiva ai fini della qualificazione alla fase finale, ha tolto le castagne dal fuoco anche con la maglia bianconera (leggasi, ad esempio, finale di Coppa Italia). L’altro centrale difensivo sarà presumibilmente una vecchia conoscenza del campionato italiano: Manuel da Costa. L’ex Fiorentina e Sampdoria, che attualmente gioca in Turchia, ha deciso di vestire i colori del Marocco nel 2014, giocando prima per le giovanili del Portogallo, senza però mai riuscire ad esordire nella nazionale maggiore. È invece del 2010 l’esordio tra le fila dei Leoni dell’Atlante di Younès Belhanda, centrocampista del Galatasaray con il vizio del goal: 46 in 287 partite di club e 3 in 34 presenze con la Nazionale. Da tenere molto in considerazione anche due giovanissimi: Amine Harit (’97) e Achraf Hakimi (’98). Il primo è un trequartista dello Schalke 04, squadra con la quale ha già collezionato 30 presenze condite da 3 goal in questa stagione. Il secondo invece milita nel Real Madrid e vanta, oltre ad una presenza da titolare nella semifinale valida per l’accesso alla finale del Mondiale per club, anche otto partite in campionato e due in Champions League. Chissà se il C.T. Renard lo schiererà titolare, magari nel ruolo di esterno difensivo, proprio come fa Zidane… .

Pronostico bookmakers

Crediamo che sarà difficile vedere il Marocco nella fase ad eliminazione diretta, in quanto Portogallo e Spagna, inserite nello stesso gruppo, sono decisamente più attrezzate per passare la fase a gironi. La vittoria finale della squadra africana è infatti data a 400.

È però sempre vero che “tutte le partite iniziano dallo 0-0 ed in undici contro undici”.