Il coronavirus ha infettato il mondo dello sport anche in Ticino, dove, tra un caso positivo e l’altro, si stenta sempre più ad andare avanti. E proprio tra gli sportivi del nostro cantone c’è chi può avvalersi di un poco invidiabile record legato al coronavirus. Si tratta del difensore e capitano del Chiasso Kreshnik Hajrizi, che in poco più di due mesi ha dovuto affrontare addirittura tre volte il periodo di quarantena.

Di rientro a settembre dal Kosovo, di cui è un nazionale U21, Hajrizi si è visto imporre il primo isolamento dalle autorità svizzere. Nel ritrovo del mese successivo all’interno della selezione del suo paese sono invece stati rilevati alcuni casi di positività e conseguentemente Hajrizi si è dovuto fermare. Ora, a novembre, la quarantena ha toccato tutto il Chiasso. E Hajrizi spera che sia l’ultima…