Storia Mondiali

Per il Portogallo, il Mondiale in Russia corrisponde alla settima partecipazione ad una Coppa del Mondo. L’esordio dei lusitani in questa competizione avvenne nel 1966, edizione nella quale raggiunsero il podio, strappando il terzo rango. Negli anni successivi però, la Nazionale non riuscì a dare continuità all’exploit avvenuto in territorio inglese, infatti nelle seguenti otto manifestazioni si qualificò una sola volta, uscendo subito al primo turno. L’inversione di tendenza si verificò alla loro quarta partecipazione (nel 2006), dove CR7 e compagni superarono il primo turno, ottenendo un quarto posto perdendo la finale per il 3° e 4° posto coi padroni di casa.

Stella

Inutile girarci troppo intorno: Cristiano Ronaldo, o CR7, come preferite. Questo calciatore straordinario, nonché capitano, capocannoniere e giocatore con più presenze nella sua Nazionale, per il sottoscritto (ma credo per quasi tutti) non può essere considerato solamente la stella del suo Paese, bensì dell’intera competizione, iniziata ieri con la roboante vittoria della Russia. Il fenomeno del Real Madrid non è però solo, ad accompagnarlo ci sono i soliti Messi e Neymar. Con i Blancos, qualche settimana fa, ha vinto la terza Coppa dei Campioni di fila, ottenendo un’impresa che riuscì, fra gli anni ’50 e ’60, proprio alle stesse merengues con Alfredo di Stefano, Ferenc Puskás, … (in quel caso furono ben cinque le finali vinte).

Meglio CR7 o Messi? Classica domanda a cui non vi è una risposta. L’unica certezza è che chi sta dalla parte del portoghese può fare leva sul fatto che il madridista è riuscito ad alzare un trofeo anche con la sua Nazionale (l’Europeo del 2016), cosa che invece il blaugrana non è ancora riuscito a fare.

Bookmakers

La vittoria è data 26 volte la cifra giocata. Per le agenzie di scommesse risulta essere l’ottava Nazione con più possibilità di vincere il Mondiale. Il girone B, almeno per i bookmakers, non dovrebbe presentare alcuna sorpresa, ma, con il cambio del C.T. spagnolo a poche ore dall’esordio e un Marocco che potrebbe essere la sorpresa, sarà sicuramente molto interessante da seguire. La sfida di stasera contro gli spagnoli potrebbe già mettere in palio il primo posto del gruppo.

Per i portoghesi, la speranza è che questo match non finisca come nel lontano 18 novembre 1921, giorno d’esordio della Nazionale, quando vennero sconfitti per 3-1 dalla rivale storica.