Allenarsi ad alta quota può portare dei benefici al fisico, migliorando considerevolmente le prestazioni degli atleti. Sarà quello che hanno pensato i 585 abitanti di Gspon, piccolo villaggio della valle di Saas (Canton Vallese) situato a 1’899 metri sul livello del mare.

Qualche metro più in alto infatti si trova il campo da calcio avente l’altitudine più elevata non solo di Svizzera ma di tutta Europa: l’Ottmar Hitzfeld Gspon Arena. Questo impianto, troppo piccolo per poter essere calcato da 22 giocatori contemporaneamente, è intitolato proprio all’ex CT della nazionale svizzera Hitzfeld, vincitore di diversi trofei tra i quali sette Bundesliga e due Champions League.

Il fondo è sintetico a causa dell’altitudine, dato che appare impossibile ottenere un manto erboso uniforme, mentre le tribune sono tra le più ecocompatibili del mondo: i tifosi infatti prendono posto sui pendii ai lati del campo, dando vita a immagini decisamente suggestive.

Calcio ad alta quota 3

Una della caratteristiche che rende davvero unico questo villaggio è la modalità d’accesso. Per poter giungere a Gspon, e di  conseguenza al campo, vi è una sola via percorribile: la funivia. Questo non ferma però le squadre che vengono a sfidare i padroni di casa del FC Gspon, nell’ambito del campionato di calcio a 8 dei paesi di montagna (BDM).

Il problema più fastidioso è un altro: il numero di palloni che di continuo finiscono oltre le reti di protezione. Ogni volta che la palla finisce del dirupo, ecco vere e proprie gare di corsa in discesa per tentare di recuperare qualche sfera, in modo da salvaguardare un po’ il budget societario.

Calcio ad alta quota 2

Le condizioni ambientali dovute all’alta quota possono essere viste come un vantaggio per la squadra di casa, dato che gli avversari necessitano di un po’ di tempo per adattarsi all’aria più rarefatta. Effettivamente sembrerebbe impresa ardua sconfiggere i padroni di casa, vincitori tra le altre cose di 9 campionati e primi pure in questa stagione, avendo 15 punti di vantaggio sulle inseguitrici. Una vera schiacciasassi.

In occasione degli europei di calcio UEFA 2008 in Svizzera e Austria, il Gspon ha ideato i Campionati europei dei villaggi di montagna.
La squadra di casa rappresenta proprio la nazionale elvetica nei vari tornei. Ogni anno si disputano le amichevoli e le partite di qualificazione per i campionati europei e mondiali di calcio, come accade nel calcio a 11. Nell’ultima rassegna, svoltasi in Francia, la rappresentativa rossocrociata non ha brillato particolarmente, chiudendo senza punti all’ultimo posto il proprio girone con Italia, Belgio e Repubblica ceca. Il successo finale è andato alla Russia, che vincendo il derby contro l’Ucraina ha interrotto il dominio spagnolo delle due precedenti edizioni.

Se avete piedi buoni e polmoni allenati mandate una clip al selezionatore con le vostre prestazioni balistiche: ecco che potreste diventare una star alpina.

Calcio ad alta quota 1

Albo d’oro:
Spagna 2008
Spagna 2012
Russia 2016