Autore: Raji Molo

Rocky e la boxe

Quando una quarantina di anni fa Sylvester Stallone scrisse il personaggio di Rocky, capì tutto. Perché Rocky, oltre ad essere “Sly”, siamo noi. Rocky saluta tutti ed è amico di tutti. Rocky è un eroe del popolo, una persona umile e comune che scarica le scatole di pomodoro per il suo ristorante. Rocky è quindi diventato il nostro idolo e ci ha insegnato a non arrenderci mai, ad incassare i colpi della vita e a rialzarci sempre, proprio come sul ring. Ma passiamo a Creed – Nato per combattere di Ryan Coogler, lo spin-off della saga di Rocky uscito...

Read More

Banfi, star del pallone

Per chi non lo conoscesse, Sergio Martino è stato uno dei registi più importanti del cinema di genere italiano degli anni ’60, ’70 e ’80. Stiamo parlando di un artista eclettico, che ha esplorato quasi tutti i generi (dal thriller alla commedia sexy, all’horror, al western, alla fantascienza, al poliziesco, fino alla commedia classica) riuscendo sempre a portare a casa risultati come minimo dignitosi. Nel 1984 Martino, in cerca di ispirazione per il concepimento di una commedia a stampo sportivo (calcistico in particolare), decide di fare alcuni sopralluoghi a Rio De Janeiro – quindi anche e soprattutto al Maracanã...

Read More

MJ23 nel mondo dei cartoni

In quanti di quelli nati negli anni ’80 o negli anni ’90 (sportivi e non) non volevano diventare come Michael Jordan e non si erano presi una cotta per Lola Bunny? Forse sarebbe meglio riformulare la domanda: in quanti, della nostra generazione, non sono cresciuti con Space Jam? Davvero pochi presumo. Correva l’anno 1996 quando nella sale uscì questo “film a tecnica mista”, una pellicola che mescola il nostro mondo a quello dei cartoni animati, in particolare quello dei Looney Tunes, i personaggi creati dalla Warner Bros ormai entrati a far parte dell’immaginario collettivo. Ma Space Jam è anche...

Read More

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla~Pierre de Coubertin