Autore: Giorgio Doninelli

Sognavamo Fabian, festeggiammo Cadel

Mendrisio, 27 settembre 2009. Manca un giro al traguardo che incoronerà il nuovo campione del mondo di ciclismo su strada. La vittoria se la giocano ormai una ventina di corridori, con il kazako Vinokurov che prova ad anticiparli tutti, invano. All’imbocco della salita dell’Acquafresca tocca al russo Kolobnev rompere gli indugi. Il suo attacco è deciso e riesce subito a guadagnare qualche metro. Dietro ci si guarda un po’ e alla fine è Cancellara che decide di rispondere in prima persona. Allunga su un’ascesa dalle pendenze medie del 10%, lui che è tutto tranne che uno scalatore. Infiammando il...

Read More

La challenge di Philippe Senderos

Quando hai vestito 57 volte la maglia della Nazionale svizzera, prendendo parte a un Europeo e a tre Mondiali, e disputato oltre 100 partite di Premier League, la scelta di rimetterti in gioco in un campionato come la Challenge League è già di per sé insolita. Se poi decidi di farlo a stagione già ampiamente iniziata, firmando con il club ultimo in classifica e con il quale non c’è un legame particolare – per intenderci, Chiasso non è la squadra in cui hai tirato i primi calci a un pallone, né quella in cui “hai sempre sognato di giocare”...

Read More

La pericolosità del ciclismo

Il ciclismo è uno degli sport pericolosi al mondo. Quando si parla di sport pericolosi, potenzialmente mortali, spesso ci si riferisce a quelli estremi o magari a quelli di combattimento. Ma lanciarsi a velocità folli in discesa, su strade normali (e non su dei circuiti appositamente costruiti), protetti solo da un caschetto, non è pericoloso? Oppure, pensando a chi pedala per semplice diletto, muoversi in mezzo alle auto che sfrecciano a pochi centimetri di distanza, non è pericoloso? Il pericolo è dietro ogni curva, sempre. Lo sa bene Philippe Gilbert, che durante il Tour de France dell’anno scorso è...

Read More

La Svizzera corre veloce

Fra la miriade di risultati sportivi che ogni settimana la cronaca sportiva propone alcuni – proprio a causa della mole di eventi – passano un po’ in sordina. Eppure talvolta rappresentano qualcosa di storico per uno sport, per un Paese o semplicemente per un atleta. Di certo non ha sconvolto il mondo dell’atletica, ma i 100m e soprattutto i 200m corsi da Alex Wilson in occasione del 40° meeting di La Chaux-de-Fond dello scorso weekend rappresentano una pietra miliare nella velocità svizzera. Il 28enne nel giro di due ore ha migliorato di tre centesimi il proprio record nazionale sui...

Read More

Farsi prendere in controtempo

Sono le 21.28. L’arbitro ha appena fischiato la fine di Portogallo-Svizzera, ma all’Estádio Do Dragão da qualche minuto si sente solo un nome, scandito dai tifosi al ritmo di “Seven Nation Army”. È quello di Cristiano Ronaldo. E come loro, lo urla anche l’amico portoghese che mi ha accompagnato nei quattro giorni trascorsi a Porto. Alla mia sinistra invece l’altro mio compagno di viaggio, svizzero, ha già lasciato il seggiolino per andare a fumare. Essendomi occupato dei biglietti ho scelto appositamente il posto “fra i due fuochi”. Con la speranza di poter esultare con uno e prendermi gioco dell’altro....

Read More

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

La sera prima di gara 5 della finale, Michael Jordan mangiò una pizza e si beccò una intossicazione alimentare. Volle scendere ugualmente in campo e segnò 40 punti. È questo il doping del campione vero: la voglia di giocare~Spike Lee