Autore: Alessandro Palermo

MotoGP 2020: il pagellone

Il campionato 2020 della MotoGP, andato con una gara di anticipo al giovane maiorchino Joan Mir, 23 anni, si è concluso lo scorso weekend sulla pista di Portimao, in Portogallo. Dopo alcuni giorni di riflessione, è giunto il momento di trarre un bilancio generale, assegnando voti e giudizi ai piloti della competizione a due ruote più bella al mondo. Via, si parte: PILOTI YAMAHA  Vinales, voto 4.5Poteva essere il suo anno, eppure non è riuscito a dominare un campionato che, senza Marc Marquez e un Dovizioso demotivato, poteva anche riuscire a dominare. Tremendamente altalenante, tanto efficace in qualifica quanto...

Read More

La seconda vita di Cal Crutchlow

Cal Crutchlow, 35 anni compiuti da poco, ha detto «basta». L’estroverso pilota britannico, mai banale e sempre molto aperto a comunicare con la stampa con grande trasparenza e genuinità, ha deciso che non correrà in MotoGP nel 2021. Una scelta che, di certo, non è passata inosservata tra i piloti, così come tra gli appassionati di due ruote, rimasti tutti un po’ rammaricati per la conclusione di una carriera brillante e che ha fatto divertire un po’ tutti. La sua assenza nel paddock si sentirà non poco: Cal è infatti pilota simpatico, apprezzato e stimato da tutti, che non hai...

Read More

Mir-acolo Suzuki

Tutto quello che sta riuscendo a fare la Suzuki in questa stagione di MotoGP è a dir poco sorprendente. La casa nipponica di Hamamatsu, storicamente sempre un passo indietro rispetto ai connazionali Honda e Yamaha, veri e propri colossi, ha saputo sbaragliare ogni tipo di concorrenza. Impresa riuscita sicuramente grazie a un formidabile duo in pista composto da Alex Rins e Joan Mir ma, gran parte del merito, va senza dubbio attribuito al lavoro dietro le quinte del team. Perché vero è che «in campo ci vanno i giocatori e non gli allenatori», come qualche teorico del pallone sostiene, giusto...

Read More

Aprilia: adesso o mai più

La grande notizia della settimana è la mazzata che il Tas di Losanna ha inflitto ad Andrea Iannone, una sospensione per doping della durata complessiva di quattro anni a decorrere dal 17 dicembre 2019. Il Tribunale Arbitrale dello Sport ha respinto il ricorso del pilota abruzzese, il quale ha sempre sostenuto di aver assunto accidentalmente la sostanza dopante incriminata, ossia il drostanolone, secondo Iannone e il suo difensore legale presente in un alimento, nello specifico in una carne contaminata assunta in Malesia prima del GP di Sepang dello scorso 3 novembre 2019. Il Tas, che ha quindi ritenuto la...

Read More

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

Un giorno mia moglie è scoppiata a piangere e mi ha detto: “Tu ami il calcio più di me”. A essere onesti, le ho risposto: “Beh, è vero. Però amo più te del basket”~Charlie Winkler
0
    0
    Your Cart
    Your cart is emptyReturn to Shop