Prima gara dell’anno per la MotoGP, quindi primi voti e primi giudizi per i piloti in scena. Di seguito i migliori e i peggiori della gara di Losail (Qatar), che ha segnato il debutto stagionale del Motomondiale 2021:

TOP*

Maverick Viñales, primo posto. Voto 8.5 – Era da un pezzo che non lo si vedeva così voglioso e concreto in gara. Aggressivo, pulito, tecnico, veloce, intelligente: certamente una delle sue migliori prestazioni in classe regina. Una supremazia che a tratti ha ricordato il grande assente, Marc Marquez. Seconda vittoria in Qatar dopo il successo del 2017.

Johann Zarco, secondo posto. Voto 7.5 – In una serata agrodolce per Ducati causa forte vento e problemi alle gomme, il tanto bistrattato Johann, primo tra i ducatisti, appare molto più costante di Bagnaia e Miller. Per la corsa al titolo bisognerà tenere a mente anche le sue capacità e la sua ambizione. Tosto. E velocissimo.

Aleix Espargarò, settimo posto. Voto 7 – Aprilia conferma di aver fatto enormi passi avanti e in questo, Aleix, ha i suoi meriti. Da valutare su altri circuiti meno favorevoli, intanto, però, questa moto e questo pilota dimostrano di andare forte. Puntare soltanto a qualche comparsa in Top Ten non sarà più sufficiente.

*Menzione d’onore per Enea Bastianini, tra i primi dieci all’esordio su una MotoGP. Gran debutto.

FLOP

Valentino Rossi, dodicesimo posto. Voto 5 – Per il quarto tempo di sabato era lecito aspettarsi di più. Tuttavia, è suo il merito se, a 42 anni, siamo ancora qui a credere in un “garone”. Arriveranno comunque piste a lui più favorevoli: il podio numero 200 in top class è nel mirino. Si rifarà.

La disperazione di Morbidelli, la gioia di Viñales

Jack Miller, nono posto. Voto 4.5 – Partiva con i favori del pronostico, non solo per la gara, bensì anche per la pole. Eppure, delude non poco. In un circuito favorevole alla potenza di Ducati, lascia lì punti pesanti, che potrebbero anche pesare nella corsa al titolo, di cui resta ugualmente uno dei grandi favoriti. Assai probabile una sua reazione già domenica prossima.

I primi voti dell’anno, Rossi sullo sfondo

Franco Morbidelli, diciottesimo posto. Voto 4 – Poco da dire. Tutti si aspettavano ben altra performance dal “Morbido”, tant’è che Miller lo aveva indicato come principale rivale in ottica gara. Flop totale ma c’è da attendersi una reazione rabbiosa, in puro stile Morbidelli.

Prossimo appuntamento in programma domenica 4 aprile, sempre in Qatar.