Autore: Fabio Dotti

Ricordi sportivi, parte due

Dopo le immagine sportive più significative di quando ero piccolo raccontate nel primo articolo, ecco quelle più significative dall’adolescenza in poi, fino a un desiderio per l’anno che verrà. 2008. La nascita del ciclo spagnolo. All’Euro in Svizzera e Austria la Roja era attesissima, era la vincitrice annunciata. Il bello di questi tornei che cadono ogni quattro anni è che in un mese si possono finalmente verificare le tendenze calcistiche degli anni precedenti, portando in trionfo squadre che fino allora non avevano alcuna esperienza in termini di successi. Lo sport in quel periodo vide il proliferare di talenti iberici un po’...

Read More

Schumi e Mika, la trilogia

Tempi ormai scappati via come le ore supplementari di luce nei mesi estivi, eppure ce li ricordiamo bene, specie di questi tempi, specie dopo quella maledetta giornata sulla neve di tre anni fa. Il fato ha voluto così, ha voluto essere beffardo per Michel Schumacher, ha voluto portargli via la vita vera con la medesima velocità con cui il tedesco correva in pista. Del Schumi pilota restano mille storie, tante testimonianze, altrettante rivalità. Una in particolare. Mika Hakkinen. Del tedesco si sa quasi tutto, il suo nome è sinonimo di Formula 1 tanto quanto quello di Jordan lo è del Basket, Federer del Tennis...

Read More

Ricordi sportivi, parte uno

I più nostalgici amano crogiolarsi nei propri ricordi sportivi, quasi sentendosi a proprio agio in quel sentimento di magone che sa come prendere la gola e lo stomaco. Da sempre ho un’attrazione verso la narrazione sportiva. Storie di campioni del passato, aneddoti più o meno veri su eventi famosi o di nicchia. Potrei passare giornate intere in poltrona ad ascoltare persone con una memoria sportiva, veri e propri intellettuali dello sport, che tutto sanno e tanto vogliono raccontare. Corner non nasce infatti per caso, lo storytelling sportivo è parte integrante di questo progetto. Conoscere è bello, condividere e discutere lo è ancor di...

Read More

Il nuovo baronetto di Liverpool

Se tenti di importare l’heavy metal a Liverpool, nella città dei Beatles, o sei un pazzo o sei un visionario. Oppure sei Jürgen Klopp, che non è tanto distante dall’essere le due cose miscelate. Il Mago è con ogni probabilità l’allenatore più amato del panorama calcistico moderno, perché Mourinho è brillante, ma arrogante, Guardiola un innovatore, ma narcisista, Luis Enrique ha vinto tutto, ma col Barcellona sono capaci tutti. Queste le tesi che si possono ascoltare nei vari bar in giro per l’Europa. Nato a Stoccarda il 16 luglio del 1967, da calciatore non è stato un granché, collezionando...

Read More

Ramos, nada que perder

Una vita con la stessa casacca, sovente impregnata di sudore e fango. Una vita a fare da frangiflutti davanti alla propria porta, a far irrigare le guance dei bambini, privati della gioia più grande, quella del gol di un proprio giocatore. Sergio Ramos Garcia è questo. È quell’algido baluardo che non teme le responsabilità, mostrandosi spietato in ogni zona del campo, da area ad area. Ramos è il classico difensore che divide il popolo, un Fidel Castro del pallone come ce ne sono tanti. Supporto totale e incondizionato a Madrid, fischi e insulti negli altri stadi. Il calcio vive di...

Read More

CORNER IN IMMAGINI

L’ANGOLO DELLE CITAZIONI

La sera prima di gara 5 della finale, Michael Jordan mangiò una pizza e si beccò una intossicazione alimentare. Volle scendere ugualmente in campo e segnò 40 punti. È questo il doping del campione vero: la voglia di giocare~Spike Lee